10 regali di Natale per persone vegane

Un po' di idee che piaceranno a chi non mangia né usa o indossa niente di origine animale

Una protesta natalizia di PETA, una famosa organizzazione animalista, a Manila, nelle Filippine, il 16 dicembre 2010 (JAY DIRECTO/AFP/Getty Images)

Fare un regalo a una persona vegana – che non mangia e non usa prodotti di origine animale – non è complicato come prepararle una cena, ma se volete stare alla larga da un libro o mostrarvi attenti alle scelte di chi deve ricevere il dono, potreste aver bisogno di qualche consiglio.?Per esempio: se volete regalare delle cose di “pelle” sapreste scegliere la cosa giusta? E un piumino vegano sapreste dove cercarlo? Abbiamo messo insieme dieci idee di regali che potrebbero andare bene specificamente per persone vegane e che si possono acquistare online: curiosamente nei casi dei prodotti alternativamente vegani o non vegani – come alcuni tipi di capi di abbigliamento – fare acquisti su internet è più semplice, perché è maggiore la varietà di prodotti che si trovano.

Un libro di ricette
è l’idea un po’ più facile e meno originale: per trarne un regalo attraente si può puntare su un libro molto bello da vedere. Un esempio è?Raw. Ricette per uno stile di vita vegetariano moderno della chef islandese?Solla Eiríksdóttir, che gestisce il ristorante?Gló di?Reykjavík. Molte ricette – 75 in tutto – contengono ingredienti crudi; non proprio tutte sono vegane, alcune sono vegetariane, ma per ciascuna ci sono indicazioni precise in merito. Un altro libro di ricette (esclusivamente) vegane molto bello è Vegan dello chef Jean-Christian Jury, che però per ora non è stato tradotto in italiano.

Una pelliccia sintetica
O, come scrivono le riviste di moda, di faux fur. Sono costose ma nemmeno lontanamente costose quanto delle pellicce vere, e negli ultimi anni si sono molto diffuse e non vengono considerate pacchiane. La consistenza non è la stessa di quella delle pellicce vere, ma sono molto morbide se di buona qualità. Un paio di esempi:?questa di Unreal Furunreal ha ancora più fascino di faux – arriva fino alla vita ed è di un colore che si fa notare; quest’altra, più lunga ma meno costosa, è leopardata; ci sono anche modelli più classici.

Lo strumento per fare gli spaghetti di verdure
Una delle mode alimentari degli ultimi anni è quella degli spaghetti di zucchine, e per questa ragione in giro si trovano tantissimi strumenti per farli o per fare spaghetti di altre verdure. I più sofisticati hanno vari tipi di lame, che permettono di fare vari tipi di “spaghetti” e simili: questo è un esempio – con ottime recensioni peraltro – ma ormai è troppo tardi per averlo entro Natale. C’è anche un modello elettrico, ma ha lo stesso problema. Di quelli che potete ordinare e fare arrivare in tempo, questo sembra funzionare bene ed è anche in offerta oggi.

Un piumino salva-pennuti
Save the Duck?è il marchio di un’azienda italiana di abbigliamento, la Forest, che invece di usare la piuma d’oca per i piumini, li imbottisce con un tipo di ovatta. Si chiama PLUMTECH? e rende le giacche soffici come se contenessero piuma animale, garantendo anche un buon isolamento termico. I modelli sono tantissimi, da donna e da uomo, oltre che da bambini e, addirittura, da animali domestici. Come per le pellicce sintetiche, questo regalo può piacere anche a chi non è vegano. Questo modello, nella versione da uomo nell’immagine, costa poco più di un centinaio di euro; c’è in tantissimi colori.

Dolci vegani
Forse non tutti sanno che: le caramelle gommose non sono vegane. Cioè non lo sono quasi mai, perché vengono quasi sempre prodotte usando la gelatina di maiale o di mucca, una sostanza morbida e traslucida che si ottiene lavorando il collagene estratto dalle ossa o dalla pelle di questi animali. Esistono però caramelle vegane (cercate questo simbolo, per sicurezza) e per Natale potreste regalare ai vostri amici vegani e golosi di dolci una scatola che ne contenga varie confezioni: alcuni negozi le preparano già preconfezionate, ma potete farne una da voi, ad esempio con queste, queste?e queste. Un’altra cosa che potete mettere nella stessa scatola – o regalare da sola – è una crema di cioccolato spalmabile vegana: per esempio La Moretta, fatta con nocciole del Lazio. Un altro vantaggio di questo tipo di regali: vanno benissimo anche per festeggiare l’Epifania.

Stivaletti in “pelle vegan”
Lo sapete che l’ecopelle è vera pelle? è un tipo di cuoio trattato in modo da rispettare certe regole sull’impatto ambientale della produzione, ma resta pelle e quindi non va bene per fare un regalo a una persona vegana. Se questo è il vostro scopo, cercate prodotti in?finta pelle o similpelle, o ancora “pelle vegan” o pelle sintetica, come quella di questa cintura: i nomi sono tanti, le composizioni possono variare. Ormai è abbastanza facile trovare prodotti fatti con questi materiali, tranne quando si parla di scarpe. Se a voi o alla persona a cui volete fare un regalo piace il genere, potete pensare alla linea vegana di Dr. Martens: tra i modelli, ci sono le stringate basse, gli stivaletti classici e i Chelsea, senza lacci.

Una cassetta di frutta e verdura
Detta così non sembra una grande idea, ma potrebbe cambiare la vita della persona a cui la regalate. Da alcuni anni in alcune città esistono dei servizi di consegna a domicilio di frutta e verdura (e carne e formaggi e altri prodotti più o meno “bio” o a chilometro zero, a seconda delle esigenze individuali) che permettono di fare la spesa di prodotti di qualità senza dovere andare al mercato, anche con un abbonamento mensile. Uno di questi servizi è Cortilia, che è attivo in molte città lombarde, a Torino e a Novara, a Bologna e a Modena, e che per Natale permette di regalare?un buono del valore che si desidera: il regalo vero però è far scoprire questi servizi a chi non sa che esistono e ne avrebbe bisogno.

Una felpa in materiali riciclati disegnata da Stella McCartney
Nella lista di regali per persone vegane di The Cut, la sezione “femminile” della rivista New York Magazine, c’è una felpa disegnata da?Stella McCartney per Adidas: McCartney è una delle persone vegane più famose nel mondo della moda e molti suoi prodotti sono realizzati rispettando principi ambientalisti. Questa felpa in particolare, disponibile in due colori, è?realizzata con filati riciclati. Costa un po’ meno rispetto ai capi del marchio Stella McCartney perché è stata fatta per Adidas e sarebbe pensata per fare yoga: ma per qualcuno che si veste in modo casual, può andare bene anche in altri contesti. La parte davanti è in cotone, quella dietro è in poliestere e per questo è lucida.

Un prodotto cosmetico
Un altro consiglio di The Cut è una maschera per il viso particolarmente apprezzata nella loro redazione, anche per la sua confezione: ricordate che anche i prodotti per il corpo si dividono tra vegani e no, visto che molti vengono testati sugli animali (tutti se lo acquistate nell’Unione Europea) o contengono sostanze di origine animale, ad esempio la cera d’api o il miele. Con quelli di Lush andate sul sicuro: è un’azienda che si impegna a usare solo sostanze di origine vegetale e?ha fatto campagna contro i test sugli animali, oltre a fare una lunga serie di pacchetti regalo per Natale, molto belli anche da vedere. Un’altra azienda impegnata a non fare test sugli animali e con un design delle confezioni particolare è l’australiana Frank Body, che si è fatta conoscere per uno scrub al caffè?che sembra caffè: fa anche una crema idratante per il corpo a base di caffè, tè verde e melograno, tra le altre cose, sempre vegana.

Una serra idroponica
Un’idea regalo presa in prestito dalla nostra lista di regali giorno per giorno: una piccola serra idroponica per coltivare in casa basilico e altre piante aromatiche anche d’inverno, senza difficoltà. Ci sono vari modelli, ma il principio è sempre lo stesso: sono scatole di plastica con un serbatoio per l’acqua e una lampada a led abbastanza potente che si accende e spegne a seconda delle necessità delle piante; tra l’acqua e la luce devono essere messe terra e semi, e il resto avviene più o meno in automatico.

Un regalo di Natale al giorno: -13

***
Disclaimer: su alcuni dei siti linkati il Post ha un’affiliazione e ottiene una piccola quota dei ricavi, senza variazioni dei prezzi – che potrebbero variare di giorno in giorno rispetto a quelli indicati, in base alle offerte. Ma potete anche cercarli su Google. Un consiglio: verificate che il sito su cui intendete acquistarli ve li spedisca entro Natale.

Mostra commenti ( )
?